Vettel III – Red Bull 2012

Ecco la RB8 di Sebastian Vettel

IMG_1179

Dopo una stagione notevolmente più difficile del 2011, Seb riesce comunque a mettere di fila una serie di vittorie nel finale di stagione e con gare toste riesce comunque a battere Alonso.

IMG_1181

Minichamps sforna un modello praticamente a livello di un Kit montato. Notevole qualità, spessori ottimi, colori giusti. L’unico problema con Vettel è sempre collocare il casco con il Gp, visto che ne cambia uno a gara.

Red Bull RB7 – Vettel – stagione 2011

Red-Bull-2011.jpg

Fortunatamente quest’anno Minichamps ha sfornato il modello campione del mondo a pochi mesi dalla fine del mondiale. Il modello è di ottima fattura, leggermente inferiore alla qualità Spark e abbastanza caro, tutto sommato nel complesso il rapporto qualità prezzo è accettabile. All’interno dell’abitacolo hanno addirittura inserito una decal color carbonio, gli adesivi di omologazione FIA e quello della mappa del circuito.

Questa monoposto resterà nella storia, ovviamente insieme al pilota che l’ha guidata al mondiale come una delle più vittoriose di tutti i tempi, al pari della Williams Fw14 di Mansell e delle Ferrari F2002 e F2004 di Schumacher.

La Red Bull nonostante un mediocre Webber vince il mondiale costruttori con 12 vittorie e 650 punti lasciando la McLaren a 497 e la Ferrari a 375.

Più impressionanti i numeri di Vettel: 11 vittorie, 17 podi, 15 pole (record) e 392 punti nel mondiale piloti contro i 270 di Button, i 258 di Webber, i 257 di Alonso e i 227 di Hamilton.

Vettel diventa anche il più giovane bicampione del mondo di sempre, record che si aggiunge a quello di più giovane campione del mondo di sempre, più giovane vincitore di un Gp, autore di una pole, autore di un giro veloce e più giovane a salire sul podio.

La Red Bull, disegnata ancora da Newey, è stata la monoposto più copiata della stagione per il suo strano assetto “picchiato” e per l’indubbia supremazia nella gestione degli scarichi soffiati nel diffusore.

Red Bull RB6–Vettel

Red-Bull-2010.jpg

Dopo averla attesa per mesi, chissà per quale motivo, nell’autunno 2011 la Minichamps rilascia la monoposto campione del… 2010!

Piccola sorpresa per il prezzo, aumentato a quasi sessanta euro e per le dimensioni del box (immagino la felicità di chi non le ripone in una vetrina). Per il resto, ottima qualità complessiva, ormai quasi a livello di un kit montato di medio livello.

Monoposto molto bella da vedere con cui Sebastian Vettel ha vinto il mondiale 2010 beffando Alonso e Webber nell’ultima corsa dell’anno.

Stefan Bellof

010.jpg

Tutti noi ricordiamo il Gp di Monaco 1984 come quello in cui Ayrton Senna si mostrò per la prima volta al grande pubblico.

La gara partì sotto il diluvio e Bellof, qualificatosi 20, rimontò fino alla tredicesima posizione in un giro. Nei giri seguenti inanellò spettacolari sorpassi ai danni di Keke Rosberg e René Arnoux fino ad arrivare terzo, appena alle spalle di Senna, quando Ickx (in quella occasione direttore del Gp) fermò la garà.

Due gare dopo, a Montreal, la svolta nell’anno di Bellof e della Tyrrell: alcune analisi dell’acqua rivelarono pallini di piombo e tracce di idrocarburi; il sospetto era che le monoposto corressero sottopeso. Fu squalifica per il team inglese e vennero annullati i risultati ottenuti.

Stefan morì nel 1985 a Spa in un tentativo di sorpasso a Ickx (ancora lui…) in una gara di prototipi con la Porsche 956B.

la M26 di Jack O’Malley

Un grandissimo pilota italiano spesso dimenticato è Bruno Giacomelli. Dopo aver dominato nelle serie minori arriva in F1 nel 1977 con la McLaren. Nel team inglese Bruno è stato subito ribattezzato Bruno Jack O’ Malley tanto che per molti Bruno era un pilota inglese.

Grafica1.jpg

La McLaren M26 che usa Bruno non era la monoposto veloce e affidabile del 1976 e il 1977 -1978 sono anni difficili per lui e per chiunque si sieda in quell’abitacolo senza chiamarsi James Hunt.

giacomelli.jpg

La riproduzione della Minichamps è relativa al Gp di Inghilterra 1978. Perfetta in ogni dettaglio.

m26-giacomelli.jpg

Finalmente anche i pilotini sono perfettamente riprodotti con tanto di sponsor e proporzioni logiche.

Brawn Gp 2009 – World Champion Jenson Button

Ecco l’incredibile BGP 001 del 2009. L’auto è scesa in pista per la prima volta il 06 Marzo 2009, utima a farlo. Nata in extremis dopo l’abbandono dell’attività in F1 della Honda. Da li in avanti ha dominato, subito in testa nei test invernali, Button ha vinto 6 Gp nei primi 7, ipotecando il mondiale a metà stagione e limitandosi a gestire l’enorme vantaggio durante l’anno.

La Brawn Gp, fondata da Ross Brawn a inizio 2009 è in pratica la vettura sviluppata dalla Honda con un motore Mercedes. Vettura ben riuscita ha sfruttato da subito il doppio diffusore. Pare che Brawn abbia rilevato la struttura F1 dalla Honda per un dollaro, rivendendo il tutto a fine 2009 alla Mercedes per svariati milioni di euro.

La curiosità sta nel passato della scuderia. Come detto la Brawn è nata dalle ceneri della Honda, che a sua volta aveva acquisito la B.A.R. nel 2005 di cui era fornitore di motori, diventando costruttore a 180 gradi. La B.A.R. altro non era che il team fondato da Jacques Villeneuve a fine 1998 rilevando la Tyrrell F1, ovvero lo storico team di Ken Tyrrell campione del mondo nel 1971 e nel 1973 con Stewart.

L’avversario più ostico della Brawn Gp nel 2009 è stata la Red Bull. Singolare la storia della Red Bull, nata nel 2005 rilevando la Jaguar F1 che a sua volta era nata nel 2000 rilevando la Stewart GP di Jackie e Paul Stewart. Dalle origini del team possiamo quindi dire che il binomio Stewart – Tyrrell che tanto aveva vinto in F1 a inizio anni 70 è in qualche modo tornato alla ribalta.

brawn-09.jpg

Ho scelto il modello che ha vinto il Gp di Spagna con Button (e Barrichello secondo) perchè dopo la prima serie di vittorie si pensava alla BGO 001 come una meteora, destinata a dissolversi al primo Gp Europeo.

brawn09-front.jpg

Invece anche in Europa Button e la Brawn hanno continuato a dominare. Interessante anche lo sponsor TERMINATOR che pubblicizzava l’uscita nelle sale del Film. Il modello è un Minichamps, realizzato come di consueto perfettamente.

Carrellata ultimi arrivi

Dopo una lunga assenza pubblico gli ultimi arrivi della mia collezione.

Mercedes-Benz W196 Winner Gp of England 1954 JM Fangio, Minichamps. Qualità anni luce migliore della versione Brumm o RBA con cui la sostituisco:

20090221-0354.jpg

Lotus 25 Gp Belgio 1963 di Jim Clark. Prodotta da Brumm sostituisce il modello RBA:

20090221-0355.jpg

Lotus 33 del 1965 sempre Jim Clark, prodotta da RBA sostituisce il Villa Model. Nonostante il minor pregio si avvicina di più agli standard della mia collezione:

20090221-0356.jpg

Ferrari 126 Ck del 1981 nella versione del fantastico Gp di Monaco (Brumm) e la triste 126 C2 nella versione delle prove di Zolder 1982 (Brumm plus). Quest’ultima sostituisce la 126 C2 Gp di San Marino prima versione che mostrava tutti i suoi 12 anni! Buona la qualità.

20090221-0360.jpg

20090221-0361.jpg

Wolf Ford WR1 del Gp di Giappone 1977 pilotata da Jody Scheckter. Modello molto bello prodotto in maniera fantastica da Minichamps.

20090221-0362.jpg

Bellissima McLaren Mp4/17D (la “D” sta per “Developed”) del 2003 pilotata da Kimi Raikkonen. Modello Minichamps di ottima fattura con decal importate dall’inghilterra. Modello che cercavo da tempo, trovato in un negozio di giocattoli dimenticato da tutti!

20090221-0363.jpg

Red Bull Rb1 Ford del 2005, pilota Klien. Minichamps.

20090221-0364.jpg

Renault RE22 Rene Arnoux Monaco GP 1980 – Edizione limitata Quartzo.

20090221-0365.jpg

Un capolavoro da parte di Minichamps. Renault Rs28 del 2008 pilotata da Alonso.

20090221-0366.jpg

Benetton B190 Nelson Piquet. Minichamps.

20090221-0367.jpg

la Honda di Ronnie Buckham versione 1964 German Grand Prix. Quartzo.

20090221-0368.jpg

Bmw Sauber F1 08 pilotata da Kubica. Minichamps. Veramente bella.

20090221-0369.jpg

Toro Rosso STR3 di Vettel, anno 2008. Minichamps.

20090221-0370.jpg

Ferrari 312T2 1977 Niki Lauda – Gp germania. Sostituisce la Quartzo. Buona qualità, anche se nelle mani di Minichamps sarebbe un’altra cosa. Attendo le decal per dare una bella sistemata al tutto.

20090221-0371.jpg

Ferrari 312 B3 del 1974 pilotata da Regazzoni nel Gp di Germania. Modello IXO. Molto curato, guardate il tubo nel posteriore.

20090221-0372.jpg

Benetton B194

Dramma. Questo modello non si trova in qualità decente da nessuna parte. La B194 prodotta da Minichamps nel 1994 presenta evidenti limiti dovuti all’età e inoltre è abbastanza cara. Le varie Onyx sono inguardabili. Ho preso una B194 di Herbert e una serie di decal tameo, sverniciato tutto e ricostruito la monoposto quasi da zero per realizzare una versione Gp del Giappone.

Il risultato mi soddisfa abbastanza. Presto prenderò un kit e lo farò montare da un professionista.

20090221-0357.jpg